Login
Password
Sources on this Page

> Headlines by Category

 Home / Entertainment / Movies / Movie Reviews

You are using the plain HTML view, switch to advanced view for a more complete experience.

Perché bisogna fare spazio alle notizie positive

L’incontro si intitola Giornalismo oggi: c’è ancora spazio per le buone notizie? e fa parte del programma di aggiornamento istituito dall’ordine dei giornalisti. Ci vado per sentire quello che si dice, per vedere quanta gente c’è (ce n’è, ma la sala non è proprio piena), e per capire quanto interesse si accende intorno al tema tra gli addetti ai lavori. Quelli che ogni giorno per mestiere cucinano l’informazione. Leggi

Sempre più drammatica la situazione ad Aleppo, in Siria.

Sempre più drammatica la situazione ad Aleppo, in Siria. Gli attacchi dell’aviazione siriana e le rappresaglie dei ribelli hanno colpito la città senza sosta. Secondo l’ong Osservatorio siriano per i diritti umani, nell’ultima settimana sono morti più di 250 civili, tra cui almeno quaranta bambini. Il segretario di stato americano, John Kerry, è a Ginevra per cercare di salvare la tregua ed estenderla anche ad Aleppo. Il quotidiano israeliano Ha’aretz parla invece di nuovi attacchi con le armi chimiche compiuti dal governo siriano contro il gruppo Stato islamico, che minacciava due basi militari a est di Damasco.

I Radiohead si sono cancellati da internet.

I Radiohead si sono cancellati da internet. Il sito e gli account sui social network della band britannica sono vuoti. Potrebbe essere un modo per anticipare l’uscita del loro nuovo album, il primo dal 2011.

Islam e controllo delle nascite, la sfida delle donne afgane

In Afghanistan l’ong britannica Marie Stopes international cerca di cambiare la mentalità sulla contraccezione e per farlo ha deciso di collaborare con le autorità religiose per trovare nel Corano dei passaggi che consentano il controllo delle nascite. Il reportage dell’Afp. Leggi

Puerto Rico non pagherà un debito di 422 milioni di dollari che scade oggi.

Puerto Rico non pagherà un debito di 422 milioni di dollari che scade oggi. L’ha annunciato il governatore Alejandro García Padilla dopo il fallimento delle trattative con i creditori. Puerto Rico ha un debito pubblico di 70 miliardi di dollari, ma non ha i mezzi per ripagarlo e aspetta un intervento del congresso degli Stati Uniti.

La Francia discute la riforma del lavoro dopo i cortei del 1 maggio

Malgrado il clima sociale reso incandescente dalla riforma del diritto del lavoro, poche migliaia di persone hanno partecipato alle tradizionali sfilate del primo maggio. Secondo il ministero dell’interno, in tutta la Francia hanno sfilato 84mila persone; per il principale sindacato del paese i dimostranti a Parigi erano 70mila, mentre per la polizia erano 16mila. Leggi

È partita da Miami la prima nave da crociera diretta a Cuba in più di cinquant’anni

È partita da Miami la prima nave da crociera diretta a Cuba in più di cinquant’anni. Il viaggio della Fathom Adonia è stato possibile grazie al disgelo tra Washington e L’Avana. Tuttavia la partenza è stata rimandata per le proteste dei cittadini statunitensi d’origine cubana, che non avrebbero potuto sbarcare sull’isola a causa di una legge che impediva ai cubani di entrare o lasciare l’isola per mare. Il divieto è stato cancellato una settimana fa.

Più di 1.900 ettari di foreste distrutti dal fuoco nel nord dell’India

Più di 1.900 ettari di foreste distrutti dal fuoco nel nord dell’India. Gli incendi boschivi nello stato dell’Uttarkhand hanno causato anche la morte di sei persone. Sono una conseguenza dalla stagione particolarmente secca e vanno avanti da circa un mese, ma nell’ultima settimana settimana c’è stato un picco, con più di 400 focolai.

La polizia egiziana arresta due giornalisti critici verso il governo.

La polizia egiziana arresta due giornalisti critici verso il governo. In una mossa senza precedenti, decine di agenti hanno fatto irruzione il 1 maggio nella sede dell’associazione dei giornalisti al Cairo per arrestare Amr Badr e Mahmoud el Sakka. I due reporter avevano protestato contro le autorità per i mandati d’arresto spiccati nei loro confronti e per le perquisizioni nelle loro case dopo che il sito per cui lavorano aveva pubblicato un articolo sulle isole cedute all’Arabia Saudita. Dalla metà di aprile il governo reprime duramente ogni segnale di dissenso.

Post Selected Items to:

Showing 10 items of about 4100

home  •   advertising  •   terms of service  •   privacy  •   about us  •   contact us  •   press release design by Popshop •   Official PR partner PRNews.io •   © 1999-2016 NewsKnowledge